Se piantiamo dei semi di pomodoro non potremo raccogliere melanzane. Se piantiamo semi di critica raccoglieremo critica, se piantiamo semi di di autocommiserazione, di sconforto, di paura,di sfiducia non potremo aspettarci di raccogliere frutti diversi. Il nostro cuore è un terreno fertile. Molto fertile. Scegliamo bene i nostri semi. Perché ci nutriremo dei loro frutti.
(Gustav Birth)

E tu, che cosa stai seminando per il tuo domani?


E' un piacere averti qui!

Articoli correlati

Consigli per separati

Parola d’ordine: semplificare

La semplicità è la necessità di distinguere sempre, ogni giorno, l’essenziale dal superfluo. Ermanno Olmi Quando ci si separa, la vita diventa all’improvviso una corsa a ostacoli, una battaglia campale, addirittura, a volte, un calvario. Leggi tutto…

Conosci te stesso

Separazione: 3 errori da non fare

Separazione, ovvero: solo l’equilibrio ci salverà. Ho scoperto presto che non si può cambiare il mondo. Il meglio che si possa fare è imparare a convivere in equilibrio con esso. (Henry Miller) Nel caso di Leggi tutto…

Conosci te stesso

Lottare o accettare?

Attaccare o fuggire fanno parte dello scontro. Quello che non appartiene alla lotta è restare paralizzati dalla paura. (Paulo Coelho) La separazione porta generalmente dolore, frustrazione, senso di abbandono. Chiunque sia a fare il primo Leggi tutto…