Una vacanza in Sardegna può essere, per i separati, quel momento di contatto profondo con i figli così importante. Una vacanza in Sardegna per i più è sinonimo di spiagge affollate e discoteche aperte sino all’alba. Ma una vacanza in Sardegna non è solo questo. Perché la Sardegna non è solamente scogliere mozzafiato o Costa Smeralda. C’è tutta una Sardegna, ed è la quasi totalità, diversa, tranquilla, profonda, fatta di silenzi e di spazi immensi. Una Sardegna ricca di vestigia di civiltà millenarie, delle quali non si trova traccia altrove, e viva in tradizioni che risalgono ai millenni di isolamento.

Vacanza in Sardegna diversa: separati con figli

Un “gigante di Monte Prama”

Siete separati con figli e avete intenzione di trascorrere un periodo con loro di riposo e di dialogo? Una vacanza in Sardegna può essere l’ideale. Perché la Sardegna, fuori dagli schemi consueti, è il luogo con le atmosfere giuste per ritrovare un momento di tranquillità, dialogo, intimità con i vostri figli. O anche l’occasione per ritrovare se stessi. E il ricordo vi accompagnerà a lungo.

Prendetevi anche solo una settimana. Il clima è favorevole praticamente tutto l’anno, e si può fare una vacanza in Sardegna in qualunque periodo dell’anno. Se siete separati con figli, vi piace il mare e non volete spendere troppo, settembre è il periodo che fa per voi. Poca gente in giro, prezzi decisamente più bassi, caldo accettabile. E anche il viaggio vi costerà di meno.

Se vostri figli hanno almeno 8 o 9 anni, vi consiglio qualche magico itinerario storico-archeologico da alternare alle giornate passate in spiaggia. Certo, di luoghi o vestigia interessanti da visitare ce ne sono un’infinità. Ma vi voglio consigliare alcune cose da non perdere, riunite in due escursioni di una giornata.

Ma prima di tutto, dove alloggiare? Vi sconsiglio le zone più rinomate e “turistiche”, per quanto bellissime, ovvero il sud Sardegna (Villasimius, Chia), la costa Orientale (Ogliastra con Tortolì e Arbatax) e Olbia. Bellissime, ma anche troppo care e affollate. Scegliete invece un alloggio a Oristano o zona. Con Airbnb.com è possibile trovare un alloggio a prezzi abbordabili. A pochi minuti di auto ci sono bellissime spiagge come Is Aruttas, Is Arenas, Tharros e altre cento. E, se volete provare le escursioni che vi voglio consigliare, gli spostamenti sono limitati.

Vacanza in Sardegna. Escursione n. 1: Barumini -Villanovaforru

Una vacanza in Sardegna diversa

Il cortile interno della reggia nuragici di Barumini (“su Nuraxi”)

La reggia nuragica di Barumini, risalente, nella sua parte più antica, al sedicesimo secolo avanti Cristo, è uno dei villaggi nuragici più grandi della Sardegna. Ci si arriva da Oristano in circa un’ora, e la strada per almeno due terzi è a 4 corsie (la S.S. 131, la principale dell’Isola; collega Cagliari con Sassari).

Nei secoli la reggia si è sviluppata intorno alla torre originaria centrale, a 3 camere sovrapposte, con altre quattro torri collegate da mura fortificate.

Intorno alla fortezza sorgeva, sempre in pietra, un villaggio. Era destinato a ospitare la popolazione circostante.

Le torri erano inferiormente collegate da un cortile, nel quale si apre tuttora un pozzo, necessario alla vita dei signori e dei soldati all’interno della fortezza.

La visita richiede circa due ore, e c’è sempre una guida sul posto. Dopo, si può visitare la villa Zapata, dei signori del posto. Oltre all’interessante museo etnografico, è da vedere il nuraghe sul quale la villa era stata edificata, ora visibile nelle fondamenta grazie al pavimento di vetro.

Nella zona non mancano ristoranti accettabili e a buon prezzo, o punti di ristoro.

Nel pomeriggio è una buona idea la visita al nuraghe Genna Maria a Villanovaforru, un paesino a pochi minuti di distanza. E’ costituito dai resti di una torre centrale, quattro torri più esterne sui vertici di un rombo, e un bastione. Le case del villaggio circostante propongono una pianta simile alle case tradizionali sarde, edificate sino a pochi decenni fa. Anche i resti di cibo ritrovati negli scavi archeologici confermano che, in definitiva, anche sotto l’aspetto gastronomico le cose da queste parti non sono cambiate poi tanto.

Di Francesco Cubeddu - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=51376307

Foto tratta da Wikipedia

 

Vacanza in Sardegna. Escursione n. 2: San Lussorio – Terme di Fordongianus

Se avete scelto di fare base intorno a Oristano, un altra escursione interessante da farsi tutta nella stessa giornata, e questa volta a mezz’ora di macchina, è quella a San Lussorio, e poi a Fordongianus.

Sotto la chiesa di San Lussorio, sulla strada per Fordongianus, è presente l’unico esempio di architettura paleocristiana in Sardegna. Il culto di San Lussorio in Sardegna è molto antico: risale al IV secolo dopo Cristo. Sotto l’omonima chiesa del XII secolo, che secondo la tradizione è stata edificata nel luogo del suo martirio, è presente la cripta.

Il fascino è notevolissimo. E’ difficile che un ragazzo non si appassioni a quello spazio angusto, con ancora i mosaici di oltre 1600 anni fa. E l’atmosfera magica spinge alla riflessione.

A un chilometro di distanza c’è il paese di Fordongianus, nel quale sono assolutamente da visitare le antiche terme romane.

Vacanza in Sardegna "diversa": momento di riflessione

Di I,, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=2254357

Vacanza in Sardegna: conclusioni

In definitiva, se volete un luogo magico dove poter trascorrere dei giorni di riposo e, magari, riaprire un dialogo con i vostri figli, la Sardegna è una terra piena di fascino e di mistero. Ho proposto due itinerari, ma ce ne sono decine se non centinaia di altrettanto interessanti e affascinanti. Cogliete l’occasione, organizzatevi. Adattatevi al ritmo lento che, da quelle parti, dopo Ferragosto sostituisce la frenesia delle vacanze “classiche”. Con un’unica raccomandazione: se volete godervela davvero, volete girarla, è necessario avere un’auto.

 

Se questo articolo ti è piaciuto o vuoi dire la tua, scrivilo nei commenti e se ti va condividilo sui social. Se vuoi altre informazioni sulla Sardegna o su qualunque altra cosa riguardi questo sito, contattami pure qua sotto. Ciao e grazie per il tempo che mi hai dedicato

 


1 commento

Separati con figli: il momento delle vacanze - separatidivorziati.net · 16 luglio 2017 alle 22:51

[…] vacanze sono un momento speciale? E allora, scegliamo un ritmo lento. Lasciamo spazio a momenti di tranquillità. Creiamo, senza sollecitarle, situazioni nelle quali si possa parlare. Costruiamo un clima giusto […]

E' un piacere averti qui!

Articoli correlati

Conosci te stesso

Come sfuggire al ricatto emotivo

Quanto volte ci è capitato di avere a che fare con un ricatto emotivo? E quante volte abbiamo sofferto per questo? Eppure, il modo per spezzare queste situazioni esiste. Serve forza e determinazione, ma si può gestire. E bene.

Conosci te stesso

Podcast # 2 – Fai una cosa per te

Da separati spesso ci si sente persone di poco valore. Ma c'è una cosa che possiamo fare da oggi, da subito, per stare meglio e cominciare a risalire la china.

Conosci te stesso

Padri separati: dare felicità ai nostri figli

Essere padri separati non significa non riuscire a trasferire ai propri figli un po' di felicità. Ma prima ancora bisogna accettarsi.