Nella ricerca di qualcosa che assomigli alla felicità, o almeno di un minimo di serenità, i consigli per separati più preziosi, nella mia esperienza, sono quelli relativi ai rapporti con l’ex coniuge. Soprattutto per chi è fresco di separazione, i rapporti con l’ex moglie o l’ex marito sono generalmente tesi, difficili anche quando in apparenza va tutto bene, e sembra sempre di camminare su un terreno minato. Infatti, ci sono sempre tensioni latenti, incomprensioni, dubbi; e tutto questo genera ansia. Ricordiamoci sempre che “si perdona ma non si dimentica”; e a volte basta un gesto, anche piccolo, per far tornare alla memoria mille momenti o particolari negativi, e far salire il sangue alla testa. Ma se vogliamo trovare la stabilità e possibilmente la serenità, per non dire la felicità, dopo una separazione, l’ultima cosa che possiamo permetterci è di parlare o agire in modo avventato, spinti dall’onda della rabbia o del rancore.

E allora? E allora, non è facile. Però noi cerchiamo la felicità nonostante la separazione o il divorzio. Ma la felicità passa anche attraverso piccoli gesti, piccole strategie. Strategie che aiutano anche a ridurre le situazioni di ansia.

Per aiutarti ti voglio dare 3 consigli per separati ancora in cerca di stabilità, 3 regole da seguire quando ti rapporti con la tua ex moglie o con il tuo ex marito. Per renderti la vita un po’ più facile, senza dover per forza combattere, o litigare, ma anche senza “cedere” troppo terreno.

1. Datti tempo

Nelle discussioni, o nei momenti di incomprensione, o di scontro, un rischio che si corre è quello di rispondere a tono, spinti dall’impulso del momento. Ebbene, spesso le parole che diciamo acciecati dalla rabbia creano reazioni ancora peggiori. Inoltre, spesso nemmeno pensiamo veramente ciò che abbiamo detto. Invece, tra i tanti consigli per chi sta vivendo una separazione, uno che ti do con convinzione è di aspettare. Evita sinché possibile di rispondere a tono. Raffredda il sangue. Rifletti qualche istante prima di parlare. Sarai anche più efficace.

2. Sii empatico

Impara ad accettare il fatto che la persona che hai davanti ha anche lei i suoi problemi, in questa vicenda, e le sue difficoltà, anche quando è stata lei a lasciarti. Quando c’è di mezzo un evento traumatico così, e lo è anche per chi lascia, le cose non sono mai facili e chiare. Anche l’altra persona, a modo suo, sta cercando la felicità, o la serenità. E allora, ogni tanto prova a cambiare la prospettiva. Prova a ribaltare il punto di vista. Cerca di capire che cosa l’ex coniuge sta cercando di esprimerti, anche attraverso il linguaggio corporeo. Ti aiuterà a essere più calmo. Ti consentirà di tessere relazioni più umane, civili, efficaci. Naturalmente questo non vale in caso di fatti gravi come percosse o violenza psicologica ripetuta, ma negli altri casi cerca di allargare il tuo punto di vista.

3. Aspetta il momento giusto

Nei momenti di maggior tensione, aspetta che la sfuriata passi. Cerca di avere pazienza. Cerca di controllarti. Le stesse cose, dette in un momento di calma hanno un effetto completamente diverso. Se invece controbatti, o fai notare certe cose, ottieni solo il risultato di una chiusura. Ricevi solamente maggiore incomprensione. Allontani il momento della tua felicità. Invece, come già nei consigli riportati sopra, cerca di aspettare. Cerca di ragionare.  Poi però, al momento giusto, fatti sentire. Esponi le tue ragioni con chiarezza e lucidità. Non sarai travolto dalla rabbia o dall’ansia. E vedrai quanto ne gioveranno i vostri rapporti.

BONUS 🙂

E infine, uno tra i consigli per chi ha subito una separazione a mio avviso più preziosi. Il quarto (anche se il titolo parla solo di 3 strategie). No, niente di particolare, non farti venire l’ansia 😉

4. Non fidarti troppo dei consigli (la separazione è un tuo problema)

Può sembrare un controsenso, visto l’argomento di questo articolo. Ma nella ricerca della felicità una cosa che devi sempre tenere presente, relativamente ai consigli dopo una separazione, è che devi riuscire a rielaborarli. Devi sapere come adattarli a ciò che sei e alla tua situazione.Quando qualcuno ti dice che cosa fare, chiediti: ha le “competenze” per farlo? Ovvero, sa che cosa significhi una separazione?E allora, cerca di ricavare dai consigli per separati che sicuramente ti vengono elargiti due o tre messaggi essenziali per te. Due o tre concetti utili per la tua vita. Tutti coloro che non hanno mai vissuto la tua situazione pensano di sapere che cosa devi fare. Hanno da dire la loro. Tu, invece, rifletti, ragione. E vai per la tua strada.

 

Vuoi dire la tua? Commenta qua sotto. E se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui social.

Se invece vuoi metterti in contatto con me, compila e invia il modulo qua sotto. E grazie per il tempo che mi hai dedicato


E' un piacere averti qui!

Articoli correlati

Conosci te stesso

Come sfuggire al ricatto emotivo

Quanto volte ci è capitato di avere a che fare con un ricatto emotivo? E quante volte abbiamo sofferto per questo? Eppure, il modo per spezzare queste situazioni esiste. Serve forza e determinazione, ma si può gestire. E bene.

Conosci te stesso

Podcast # 2 – Fai una cosa per te

Da separati spesso ci si sente persone di poco valore. Ma c'è una cosa che possiamo fare da oggi, da subito, per stare meglio e cominciare a risalire la china.

Conosci te stesso

Padri separati: dare felicità ai nostri figli

Essere padri separati non significa non riuscire a trasferire ai propri figli un po' di felicità. Ma prima ancora bisogna accettarsi.